quei triangoli del dolore

manifestino volta

Psichiatria Democratica e Itis "A.Volta" Napoli

organizzano:

Giornata della Memoria

Quei triangoli del dolore: le persecuzioni nazifasciste

Una giornata di riflessione sulla memoria, per non dimenticare e riflettere con quanti ancora oggi subiscono discriminazioni e razzismi.

 

Napoli, 7 febbraio 2020 (ore 9,30)
Sala del Capitolo - Complesso di San Domenico Maggiore
Vico San Domenico Maggiore n. 18 (adiacente alla Piazza San Domenico Maggiore).

 scarica il programma

ricordare,raccontare

WhatsApp Image 2020-01-20 at 18.36.42

Goffredo Fofi incontra Letizia Battaglia

Fofi 2

 

Goffredo Fofi incontra Letizia Battaglia:

I manicomi a 40 anni dalla morte di Franco Basaglia.

Roma,15/1/2020, Palazzo Merulana

Un incontro affollatissimo quello di mercoledì scorso. La triade Fofi, Battaglia, Basaglia ha attirato moltissime persone che hanno riempito la sala di palazzo Merulana all’inverosimile per una serata che vedeva al centro Letizia Battaglia e le sue belle foto scattate al manicomio di Palermo anni addietro.

Leggi tutto: Goffredo Fofi incontra Letizia Battaglia

Dedicato a Paolo Tranchina

tranchina

 

Giornata dedicata a Paolo Tranchina 

Miti, inconsci e prassi alternative

 

Firenze 22 febbraio 2020 ore 9-13, 14-17
Via di San Salvi 12 (ex O.P.) palazzina 16 
Presso il Teatro Chille de la Balanza

organizzata da: Psicoterapia Concreta, Psichiatra Democratica, Compagnia Teatrale Chille de la Balanza

Chi è interessato ad intervenire con un contributo al massimo di 10 minuti è invitato a comunicarlo entro il 31 gennaio pv

abolire o contenere la contenzione?

 

contenzione rid

 

 

 

buon anno 2020

auguri silver

in ricordo di Fabrizio Ciappi

in ricordo di F. Ciappi

Magistratura e Servizi di Salute Mentale

A Roma il Seminario Rapporti tra Magistratura e Servizi di Salute

Mentale

 

 

IMG 4078-10-12-19-07-23

Il 6.12.19 si é tenuto a Roma il seminario Rapporti tra  Magistratura e Servizi di Salute Mentale: quale possibile dialogo? . Il seminario è stato pensato come contesto di incontro tra operatori dei Servizi e della Magistratura in continuitá con la lunga storia che accomuna Psichiatria Democratica e Magistratura Democratica nella difesa dei diritti e della soggettività delle persone. La discussione si é aperta con i contributi del dott. Marco Paternello, Magistrato del Tribunale di Sorveglianza di Roma, della dott.ssa Giusy Gabriele, Direttore Uoc 6 distretto DSM Asl Roma 2, del dott. Gianluca Monacelli, Direttore Uoc ff Serd-DSM Asl Roma 3, del dott. Antonello d'Elia, Presidente di Psichiatria Democratica. Il tema centrale del seminario ha riguardato il confronto tra logiche e tempi che diversificano il lavoro della magistratura e quello della salute mentale: la prima impegnata ad ottemperare al mandato della tutela della sicurezza della collettività, la seconda impegnata nella dimensione di cura terapeutico-riabilitativa della persona all'interno del proprio contescto di vita. Focus della discussione é stato anche il tema della pericolosità sociale e dei percorsi terapeutici relativi ai pz autori di reato. Dal confronto é emersa l'esigenza di una maggiore conoscenza reciproca delle due prassi operative, anche a partire dagli strumenti che le rispettive discipline hanno a disposizione.  I protocolli operativi per l'esecuzione delle misure di sicurezza  rappresentano l'opportunità di dare vita ad un contesto di collaborazione i cui benefici ricadono sull'utenza e sulla prassi dei Servizi di Salute Mentale e della Magistratura. Il tema trattato ha suscitato un notevole interesse da parte  dei numerosi partecipanti. PD Cantiere per la Formazione avvierá nel corso del 2020 una serie di seminari impostati allo stesso spirito del confronto tra operatori a partire dalla prassi.

l'universalismo diseguale

Incontro con il Ministro per la Salute on. Roberto Speranza

Napoli 21 dicembre 2019

WhatsApp Image 2019-12-09 at 20.51.54

protocolli operativi ad Aversa

Grande partecipazione al Convegno di Aversa sui Protocolli Operativi organizzato da Psichiatria Democratica.

WhatsApp Image 2019-11-27 at 13.54.11Ampio confronto e vasta partecipazione al Convegno "Dagli OPG ai Protocolli Operativi", organizzato da Psichiatria Democratica, che si è tenuto venerdì 22 novembrepresso l'ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa. L'incontro, che si è protratto fino al pomeriggio, è servito per dibattere, da un lato, sul percorso che ha portato alla chiusura delle sei strutture asilari nel Paese dopo anni di lotte e la grande occasione che offrono,oggi,i Protocolli Operativi (in materia di sicurezza psichiatrica), approvati dal Consiglio Superiore della Magistratura(CSM) nel settembre dello scorso anno.

Nel mentre i primi, è stato ribadito con forza, erano "luoghi dove non c'era nessuna possibilità di riscatto, assolutamente poveri nellle proposizioni e ricchissimi di ergastoli bianchi"", i secondi, i protocolli Operativi, possono costituire - se tempestivamente, correttamente e pienamente attuati - uno straordinario strumento di lavoro. Lavoro, questo, teso a favorire ed integrare l'iter giudiziario con quello sanitario, per utenti psichiatrici

6

 autori di reato. Il dibattito che ne è scaturito, ha mostrato lo stato dell'arte attuale, con le difficoltà per la carenza di risorse umane disponibili nei DSM, sempre più depauperati di personale e risorse, ma anche le potenzialità dello strumento innovativo. Strumento, quest'ultimo, che costituisce un antidoto forte contro i tentativi di restaurazione o di aumento delle REMS che, è stato ricordato " sono un elemento del complesso sistema di cura e riabilitazione dei pazienti autori di reato.....che l'internamento in Rems ha assunto non solo, come si è anticipato ( vedi delibera dell'aprile 2017 del CSM), il carattere dell'eccezionalità, ma anche della transitorietà.

Leggi tutto: protocolli operativi ad Aversa

nuovi rischi e vecchie sfide

WhatsApp Image 2019-11-27 at 22.10.52

un ricordo di Fabrizio Ciappi

Un grande lutto: è’ scomparso ieri Fabrizio CIAPPI tra i fondatori di Psichiatria Democratica in Umbria.

 

Fabrizio Ciappi: un protagonista della riforma psichiatrica.

di Cesare Bondioli

Fabrizio CiappiE’ scomparso ieri Fabrizio Ciappi, psichiatra, uno dei protagonisti della riforma psichiatrica precedente e successiva alla Legge 180 e compagno di strada, per lunghi anni, di Psichiatria Democratica.

Fabrizio, dopo una breve, significativa, esperienza all’O.P. di Arezzo dove da poco era giunto come Direttore Agostino Pirella, era rientrato a Perugia nella cui Provincia si è poi declinata la sua attività come Direttore del Centro di Igiene Mentale di Città di Castello che sotto la sua conduzione era diventato un punto di riferimento della riforma anche a livello nazionale e come direttore del D.S.M della USL 1 della Regione Umbria.

In questa diuturna attività ha contribuito, avendo la capacità di coniugare lavoro pratico e riflessione teorica, ad elaborare il movimento antimanicomiale umbro a fianco di Ferruccio Giacanelli, Carlo Manuali, Tullio Seppilli: su questa epoca del movimento si vedano i Quaderni della Fondazione Angelo Celli “Per una storia della riforma psichiatrica in Umbria”.

Leggi tutto: un ricordo di Fabrizio Ciappi

piena applicazione dei protocolli operativi

logopdPSICHIATRIA DEMOCRATICA

 

Ad Aversa una iniziativa di Psichiatria Democratica per chiedere la piena applicazione dei Protocolli Operativi in materia di misure di sicurezza psichiatriche, contro i tentativi di restaurazione.

 

Le REMS attive in Italia sono 31. Gli internatii nelle REMS sono 629, di cui oltre il 30% con misura di sicurezza provvisoria ( l’equivalente della custodia cautelare in carcere); in lista di attesa vi sono 603 persone, molte concentrate nelle Regioni del Sud: 114 solo in Sicilia, 67 in Calabria, 86 in Campania. ( XV rapporto sulle condizioni di detenzione, Associazione Antigone, maggio 2019).

Nello spirito della legge n. 81/2014 esse dovrebbero costituire l 'extrema ratio ed accogliere misure definitive, solo quando non sono possibili alternative.. Sicuramente le REMS non possono e non devono essere intese come “….strutture di carattere sanitario che hanno sostituito l’ OPG… “.

Psichiatria Democratica con forza ribadisce quanto sottolineato nella delibera del Consiglio Superiore della Magistratura (CSM) nell’aprile del 2017, ovvero che“ le REMS sono soltanto un elemento del complesso sistema di cura e riabilitazione dei pazienti psichiatrici autori di reato” e destinate a pazienti con sentenza definitiva, ma soprattutto a casi estremi, ovvero dove sono risultate vane tutte le alternative territoriali.”

Leggi tutto: piena applicazione dei protocolli operativi

"la realtà non è per tutti"

Ad Imola la presentazione del volume " La realtà non è per tutti".

 

6e762c47-4e6e-420c-ada0-56d3c438ad8a

Martedì 12 Novembre 2019, presso la Sala Conferenze Maurizio De Maurizi dell' Ospedale S.Maria della Scaletta di Imola, si è tenuto un incontro pubblico su libro di Antonello d'Elia:" La realtà non è per tutti ", che è stato curato dallo psicologo Ennio Sergio.

 

Antonello d’Elia, Psichiatra e  Presidente Nazionale di Psichiatria Democratica,dà vita ad un  racconto in cui a parlare  di salute mentale sono, insieme agli psichiatri, anche pazienti, parenti, giornalisti, cineasti, cooperatori, infermieri, magistrati, baristi, vigili urbani, e quanti ogni giorno si trovano a stretto contatto con l’esperienza del disagio mentale. Insomma un coro di voci che ci fa vedere, dopo oltre 40 anni dalla legge 180 quanto pregiudizio resista ancora sul tema, e  toccare con mano quanto ciascuno di noi sia coinvolto nella costruzione di quel grande bene comune che è la Salute Mentale.

Leggi tutto: "la realtà non è per tutti"

… contrastare tutte le forme di odio e di discriminazione …

… contrastare tutte le forme di odio e di discriminazione …

 

 Pubblichiamo dappresso il testo della mozione “ISTITUZIONE DI UNA COMMISSIONE STRAORDINARIA PER IL CONTRASTO DEI FENOMENI DI INTOLLERANZA, RAZZISMO, ANTISEMITISMO E ISTIGAZIONE ALL'ODIO E ALLA VIOLENZA(prima firmataria la liliana-segresenatrice Liliana Segre) approvata lo scorso 30 Ottobre, in Senato, con l’astensione di tutte le destre. La mancata unanimità su temi così importanti è, a nostro avviso, un fatto grave e preoccupante, e ci ammonisce - come comunità civile – su quanto, ancora oggi, sia indispensabile mantenere alta l’attenzione e la vigilanza per contrastare tutte le forme di odio e di discriminazione, a difesa dei principi costituzionali quale fondamenta della nostra democrazia.

Ad un recente convegno all’Università Iulm di Milano sul linguaggio dell’odio, Liliana Segre aveva detto: «Io non perdono e non dimentico. Ma non odio. Mai. Per gli odiatori che mi insultano sui social provo la stessa pena che ho provato per i ragazzi della Hitler-Jugend: ad Auschwitz mi sputavano e mi insultavano mentre la mattina insieme ad altre 700 donne scheletrite e senza capelli andavamo a piedi a lavorare in una fabbrica di munizioni».

scarica il testo della mozione (fonte: sito del Senato)

 

dagli OPG ai protocolli operativi

Convegno di Psichiatria Democratica ad Aversa (CE)

 

22 novembre 2019

scarica il programma