Protocolli Operativi comunicato stampa

 

logo bianco pd

 

PSICHIATRIA  DEMOCRATICA

 

 

Psichiatria Democratica chiede la piena applicazione dei Protocolli Operativi per le misure di Sicurezza Psichiatriche

Comunicato stampa

 

Sono trascorsi  quasi 4 anni dall’entrata in vigore della legge 81/2014 grazie alla quale si è finalmente giunti al  superamento dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario. Con la nuova disposizione il Dipartimento di Salute Mentale (DSM) diventa titolare dei programmi terapeutico – riabilitativi, con l’obiettivo di attuare i conseguenti trattamenti nel contesto territoriale. Come più volte ribadito da Psichiatria Democratica (PD)le REMS sono soltanto un elemento del complesso sistema di cura e riabilitazione dei pazienti psichiatrici autori di reato” e destinate a pazienti con sentenza definitiva, ma soprattutto a casi estremi, ovvero dove sono risultate vane tutte le alternative territoriali.

Psichiatria Democratica ha anche ripetuto, fino alla noia, che è fondamentale la stretta collaborazione tra DSM e Giudici, tant’è che lo scorso anno ha presentato al Consiglio Superiore della Magistratura (CSM) la sua proposta di Protocolli Operativi Vincolanti, che prevedevano tra l’altro l’istituzione di …” gruppi di lavoro misti, stabili e operativamente attivi in tutte le fasi del procedimento….il monitoraggio del percorso e la programmazione periodica di incontri tra Magistrati e operatori della Salute mentale….” .Come è noto il CSM,a compimento di un percorso in cui Psichiatria Democratica è stata autorevole interlocutrice, il 24/9/2017 ha diramato una risoluzione (i Protocolli Operativi) in cui si ribadisce la necessità che “i rapporti di conoscenza dell’offerta terapeutica e riabilitativa sul territorio (…) siano saldi e costantemente aggiornati”.

Ciononostante, Psichiatria Democratica denuncia che allo stato molte sono le difficoltà e le criticità che i Servizi territoriali di Salute Mentale si trovano ad affrontare, senza che si siano costituiti i gruppi di lavoro (tra DSM e Tribunali) disattendendo la prospettiva della risoluzione del plenum del CSM, e la lotta di PD, ovvero che “Sanità e Giustizia si parlino sempre”. Nella pratica PD, propone  non solo che  su tutto il territorio nazionale i Protocolli Operativi tra  AASSLL e Tribunali siano al più presto sottoscritti, ma che  soprattutto  si proceda a rendere operativi i gruppi di lavoro misti e ad  avviare la formazione congiunta. Psichiatria Democratica chiede,insomma,che le importanti indicazioni contenute nella legge 81/2014 e nella Risoluzione del CSM dello scorso settembre, abbiano gambe e fiato così da poter rispondere ai bisogni dell’utenza, dei loro familiari e dell’intera collettività. La mancanza di un luogo di conoscenza e di scelte condivise rende concreto il rischio di unuso improprio del ricovero per persone che mostrano comportamenti riconducibili a una “possibile” o “presumibile” patologia psichiatrica. Psichiatria Democratica osserva con forte preoccupazione, che questo fenomeno, che se non contrastato con immediatezza da parte dei due attori in campo (DSM e Tribunali) favorirà, immancabilmente, il ritorno a un utilizzo della psichiatria come contenitore aspecifico delle più diverse devianze, prescindendo dai principi della specificità delle problematiche psichiatriche e della territorialità delle cure. Il ricovero diventa la soluzione privilegiata nell’ipotesi, tutt’altro che dimostrata se non nelle situazioni di acuzie psicopatologica, che questo sia l’unico strumento a disposizione dei Servizi di Salute Mentale. Un’altra difficoltà che vogliamo segnalare è la mancata abrogazione dell’art. 148  del codice penale e  la   conseguente riduzione della accessibilità a misure alternative.

Di fronte a ciò da molte parti giunge la richiesta di ampliare i posti in REMS, magari ponendo ad esempio Castiglione delle Stiviere, dove, in barba alla scelta della territorialità, all’OPG si è sostituito un sistema multi - modulare  con ben 160 posti letto!

Psichiatria Democratica,ribadisce il suo NO, forte e chiaro, a qualsivoglia forma di concentrazione neo - manicomiale e ribadisce che la via maestra resta quella indicata nei Protocolli Operativi, dellavoro costante, da costruire, giorno dopo giorno tra tutti gli attori in campo. Solo così la Salute Mentale di comunità tornerà al centro del sentire e dell’agire comune, contro tutti i fantasmi della paura dell’altro, perché, come l’esperienza dell’applicazione corretta della legge 180/78 ci insegna, inequivocabilmente: le diversità si includono e non si emarginano.

15 febbraio 2019

iscrizione 2019

PSICHIATRIA DEMOCRATICA

 

iscrizione per il 2019

scarica il modulo

word                  pdf

giornata della memoria 2019

giornata della memoria foto

la memoria

 le leggi razziali ed altro 

giorno della memoria 2019

memoria2019

scarica la locandina

La scomparsa di Paolo Tranchina

 

PSICHIATRIA DEMOCRATICA

 

tranchinaGrave lutto di Psichiatria Democratica per l’improvvisa scomparsa di

Paolo Tranchina.

Paolo ha rappresentato, con la sua vita coerente e impegnata, la nostra continuità all’idea di rivoluzione nelle relazioni di cura praticata da Franco Basaglia e da Agostino Pirella, del quale fu stretto collaboratore negli anni della esperienza aretina. Vogliamo ricordarlo, con grande affetto e ammirazione, per lo straordinario, coraggioso e infaticabile impegno per la rivista (fondata nel 1972) dei “Fogli d’informazione” di cui fu, nel corso degli anni, sempre più anima e mattatore. Ci piace ricordarlo, altresì, per la sua incessante ricerca di sempre nuovi e più appropriati modelli scientifici di approccio alla sofferenza mentale, come Psicoanalista, Dirigente sanitario, ma anche per le sue pratiche di operatore della salute mentale di comunità e di formatore e divulgatore, attento e acuto, delle sperimentazioni in atto, per l’affermazione di una psichiatria democratica…

A Maria Pia ed a Teresa, in questo triste momento, l’abbraccio più forte, da parte di tutta Psichiatria Democratica.

Caro Paolo ti abbiamo stimato e da te abbiamo appreso, caro Paolo di abbiamo voluto assai bene. Assai.

Un grande affettuoso abbraccio da tutti i tuoi compagni di Psichiatria Democratica. Ciao.

clicca su leggi tutto per  ricordi e testimonianze di T. Tranchina, F. Cantalice, G. Pullia, E. Cristina e N. Scotta, T. Alamprese, V.Leoci, Stefano Dei, P. Ortano, R. Canosa, P. Palomba, L. Ferrannini, G. e L. Ripani, I.Volpi, R. Mezzina, S. Di Fede , M. Genchi :

Leggi tutto: La scomparsa di Paolo Tranchina

10 punti per una salute mentale di comunità

logopd

PSICHIATRIADEMOCRATICA

10 PUNTI
PER RILANCIARE IN CAMPANIA
UNA SALUTE MENTALE DI COMUNITA’.

 

 

Psichiatria Democratica (PD), l’Associazione fondata da Franco Basaglia nel 1973, si dice preoccupata per il progressivo depauperamento delle risorse a disposizione dei Dipartimenti di Salute Mentale (DSM) campani. PD ricorda, a tale proposito, che secondo i dati a disposizione la spesa in Campania è stata per la Salute Mentale del 2,4 % del bilancio che è ben al di sotto del 5% fissato dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni.

Leggi tutto: 10 punti per una salute mentale di comunità

concluso l'incontro di Venezia

cavallo rid

concluso a Venezia l'incontro del 20 dicembre

 LA LEGGE 180 :ATTUALITA’ DEL PENSIERO DI FRANCO BASAGLIA.

 

Si è svolto a Venezia, il 20 dicembre 2018 presso la Scoletta dei Calegheri, un affollatissimo incontro, organizzato da Psichiatria Democratica e dal Movimento per la difesa della sanità pubblica veneziana.

All’inizio dell’incontro è stato proiettato il Video RAI Educational “I grandi della scienza del novecento, Franco Basaglia”, quindi il primo intervento di Domenico Casagrande, psichiatra e fondatore di Psichiatria Democratica, che ha rievocato gli inizi della sua carriera, l’incontro con Basaglia e con Pirella, l’invito di entrambi – persone molto diverse ma straordinarie entrambe - ai più giovani di occuparsi degli altri cercando di essere sempre autenticamente se stessi.

Leggi tutto: concluso l'incontro di Venezia

LA TERAPIA DEL QUOTIDIANO

Concluso l’ECM organizzato da Psichiatria Democratica a Roma nei giorni 6 e 7 Dicembre 2018

LA TERAPIA DEL QUOTIDIANO

 

DSCF6147PLENARIA RIDE’ con vera soddisfazione che la nostra Società intende condividere il successo ottenuto dal Corso di Aggiornamento ecm organizzato dal Gruppo Formazione di Psichiatria Democratica che si è svolto a Roma il 6 e 7 dicembre scorsi. Anche il Corso di formazione di quest’anno (intitolato “La terapia del quotidiano. Trattamenti complessi nella salute mentale”), ha visto una partecipazione molto intensa di operatori provenienti da tutta Italia (dalla asl di Bolzano a quella di Catania). Molti i partecipanti che sono stati presenti anche nelle precedenti occasioni organizzate da PD, a testimonianza di un apprezzamento preciso in relazione alla scelta dei docenti, delle metodologie didattiche e degli argomenti affrontati.

alla fine altre foto

Leggi tutto: LA TERAPIA DEL QUOTIDIANO

caro prof

CARO PROF rid

Presentazione del Libro:

"Caro prof ti scrivo..."

di Samuele Ciambriello e Giuseppe Ventura

Intervengono:Giuseppina Casapulla,Virgilio Pacifico,Giuseppe Ortano, Daniele Leone, gli autori

Mondragone 18 dicembre ISIIS " N. Stefanelli" ore 10

 

scarica la locandina

salute mentale bene comune

18 dicembre rid

 

Salute Mentale Bene Comune

Gli operatori del CSM incontrano la collettività per riflettere sulla salute mentale, bene comune che va prodotto coltivato e garantito con l'apporto di ciascuno

18 dicembre 0re 9,00-13,30 CSM Area 6
via Ludovico Ariosto 48 Gioia del Colle

scarica la locandina

Incontro pubblico su Agostino Pirella a Collegno

Pirella rid

 

Incontro pubblico su Agostino Pirella a Collegno

Agostino Pirella a Collegno:un incontro collettivo.

5 dicembre 2018 ore 17,30
Lavanderia a Vapore - c.so Pastrengo 51 Collegno(TO)
 

Arte ed integrazione nell'estrema periferia della Capitale .

fili rid

 

 

Arte ed integrazione nell'estrema periferia della Capitale . 

Nella performance che si svolgerà nel teatro di Tor Bella Monaca, quartiere spesso arrivato alle cronache per la densità di violenza e disagio sociale , si esibiranno insieme utenti del Centro di Salute Mentale e artisti impegnati nel promuovere una cultura dell'inclusione.Anche la collaborazione dell' Università di Tor Vergata è metafora del tentativo in corso di mettere insieme le professionalità ed i cittadini per immaginare una riqualificazione dei servizi di salute mentale e di questo pezzo abbandonato di città.

Leggi tutto: Arte ed integrazione nell'estrema periferia...

ECM : La terapia del quotidiano

CORSO DI AGGIORNAMENTO ECM

ECM la terapia del quotidiano

leggi la presentazione e consulta il programma

CSM approva i Protocolli Operativi

PSICHIATRIA DEMOCRATICA

Approvati dal Plenum del CSM i Protocolli Operativi in tema di misure di sicurezza psichiatriche: grande e tenace impegno e competente collaborazione di Psichiatria Democratica con la commissione del CSM.

Comunicato Stampa 

consulta la delibera sul sito del CSM

Il plenum del Consiglio Superiore della Magistratura (CSM) ha approvato, questa mattina, la “Risoluzione sui Protocolli Operativi in tema di misure di sicurezza psichiatriche”, su proposta della settima Commissione (Presidente Clivio, relatore Balduzzi).

Leggi tutto: CSM approva i Protocolli Operativi

La salute delle donne e la prevenzione del disagio minorile

logo su bianco con scritta
Psichiatria Democratica

Dipartimento di Salute Mentale

ASL Napoli 1 Centro
dipartimento di salute mentale

In collaborazione con:

Magistratura Democratica       Medicina Democratica

Seminario di studi

Il diritto alla cura, la cura del diritto.

La salute delle donne e la prevenzione del disagio minorile.

3 Dicembre 2018 ore 9,00 Aula Tecce - Via Luciano Armanni n. 20 - Napoli

 il programma dei lavori

 

 

La salute mentale sul territorio:incontro-dibattito

la liberta rid

 

40 anni dalla legge Basaglia

La salute mentale sul territorio:incontro-dibattito

29 novembre 2018
Auditorum "Officine Ufo" via Amendola 28 Casamassima(Bari)